18 maggio 2017

Tragedia Hayden, “Dopo l’incidente gravissimi danni cerebrali”. La sorella: “E’ un combattente”

Le condizioni cliniche di Nicky Hayden restano estremamente gravi. Lo fa sapere l’ospedale Bufalini di Cesena, dove il pilota è ricoverato nel reparto di rianimazione. Ha riportato un grave politrauma con conseguente gravissimo danno cerebrale. La prognosi resta riservata.

(Foto © Facebook – Nicky Hayden- The Kentucky Kid)

Tragedia Hayden, “Dopo l’incidente gravissimi danni cerebrali”. “Le condizioni cliniche di Nicky Hayden restano estremamente gravi. Il giovane, che si trova ancora ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena, ha riportato un grave politrauma con conseguente gravissimo danno cerebrale”. E’ il bollettino medico, emesso nel pomeriggio, sulle condizioni del motociclista americano rimasto ferito mercoledì in un incidente nel Riminese. La prognosi resta riservata. Il campione della Superbike, coinvolto in un incidente stradale nel Riminese e ricoverato causa di un trauma addominale e un trauma cranico, all’Ospedale ‘Bufalini’ di Cesena. Il 36enne non è stato operato. Il motociclista americano – iridato in MotoGp nel 2006 davanti a Valentino Rossi – è stato travolto da un’auto, mentre si allenava in bicicletta a Misano Adriatico, nel Riminese, riportando gravi ferite dopo essere stato sbalzato sul cofano della vettura e avere sfondato il parabrezza mentre la sua bici, spezzata, è finita in un fosso ai lati della carreggiata nei pressi di un incrocio tra Via Ca’ Raffaelli e Via Tavoleto.

Sorella Hayden: “Mio fratello è un combattente”. “Mio fratello è un combattente”. Così, sul suo account Twitter, la sorella di Nicky Hayden, Kathleen, invia il suo sostegno al pilota americano. Hayden, lo scorso fine settimana, aveva corso a Imola nel Mondiale Superbike per poi decidere di fermarsi qualche giorno in Italia. In bici con alcuni amici lungo la strada che da Riccione porta a Tavoleto è stato travolto da un’auto sbattendo violentemente contro il cofano e il parabrezza.