4 Ottobre 2013

Strage di Lampedusa: sarebbe meglio il silenzio

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Ecco alcune testimonianze e dichiarazioni sulla strage di Lampedusa avvenuta ieri: si contano 111 vittime, tra donne e bambini.

I corpi delle vittime della strage di Lampedusa (unita.it)

I corpi delle vittime della strage di Lampedusa (unita.it)

Non servono ulteriori parole per esprimere sgomento sulle immagini e sui video visti finora. Opinioni e giudizi lasciano il tempo che trovano, tra leghisti che imputano la strage al ministro Kyenge e al Presidente della Camera, Boldrini. Mentre queste due figure istituzionali si offendono, l’Europa guarda Lampedusa come fosse un qualsiasi territorio italiano esprimendo anch’essa incredulità per l’accaduto. Lampedusa, per la posizione geografica che ha, è il primo baluardo di salvezza per i profughi verso l’Europa.

Mentre si fanno tante chiacchiere i 111 civili, che sono scappati da queste guerre volute o meno dall’Occidente o da situazione terribili in cui sono costretti a vivere, hanno trovato la morte in mare: cercavano salvezza ed un futuro per i propri figli. In questi casi, forse, le figure istituzionali sarebbe meglio rimanessero in silenzio.

La testimonianza di un soccorritore, Vito Fiorito.

http://www.youtube.com/watch?v=1cUkcBhWTDE

L’intervento del Presidente della Camera, Laura Boldrini.

http://www.youtube.com/watch?v=f6OEhDCSlU4

Papa Francesco esprime la sua tristezza per le vittime di Lampedusa.

La testimonianza a Radio Capital del sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini

http://www.youtube.com/watch?v=nOJ_CxcGi8g

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127