EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
29 Maggio 2013

Musicraiser: illusione o speranza per i musicisti emergenti?

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il tempo libero passato in sala prova (ci si fa andar bene anche il garage di casa)mettendo tutte le energie e la passione possibile. Questo è l’inizio per tutti i ragazzi musicisti che vorrebbero realizzare il proprio sogno nel cassetto: suonare con la propria band su un palco, esibirsi davanti migliaia di fan, suonare e cantare le proprie canzoni magari affiancati da un’etichetta discografica che gli firmi un contratto per un disco o per un tour.

La home del sito musiraiser.com

La home del sito musiraiser.com

Farsi apprezzare da una nazione intera, in ambito musicale, per le band emergenti sembra molto difficile, sia per la crisi economica in cui imperversa da anni la musica, sia per il successo dei talent-show che premiano la qualità si, ma fino ad un certo punto. I programmi televisivi, purtroppo o per fortuna loro, danno la possibilità a numerosi ragazzi, anche bravi, di potersi cimentare con le proprie abilità in una competizione di un certo tipo, con riferimento ad “Amici” e ad “X-Factor”. I partecipanti a questi programmi sono già inseriti nel mondo mediatico italiano, e quindi, nel momento in cui la trasmissione arriva alla conclusione questi “artisti” sembrano carne da macello e sono pronti per poter essere “utilizzati” dalle etichette.

Musicraiser è nato dall’idea di Giovanni Golino in primis, di sfruttare il crowfunding in ambito musicale, dando così a giovani emergenti la possibilità di inviare il proprio progetto per cercare di ricavarne denaro da poter utilizzare per la realizzazione. L’intento, appunto, è quello di mettere in gioco i propri fans, sia per i gruppi affermati che per quelli non conosciuti: la band invia il proprio demo o bozza di progetto, fissando una quota (€), e nel caso in cui il pubblico apprezza, vale a dire il raggiungimento della soglia prefissata, l’idea andrà in porto e verrà finanziata. In caso contrario, i soldi donati alla band vengono rimborsati agli utenti/donatori. Sarebbe interessante capire da chi vengono selezionati e decisi i progetti da finanziare, ma sicuramente i musicisti, che hanno avuto l’idea e creato il sito puntano, ad una qualità che, ad occhio, non sembra neanche lontanamente paragonabile a tutte le scelte che vengono fatte dalla televisione, che punta più a trovare musicisti capaci di “sfondare lo schermo”, rispetto ad assicurare qualità tecnica e scenica.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127